Pasquale Scotti

Nato 8 settembre 1958 a Casoria (Na), è ricercato dal 1985 per omicidio, occultamento di cadavere e altro; nel 1990 sono state diramate le ricerche in campo internazionale per arresto ai fini estradizionali.

Pasquale Scotti é nell'elenco dei 30 latitanti di massima pericolosità facenti parte del "Programma Speciale di Ricerca" selezionati dal Gruppo Integrato Interforze.

Era a capo di un gruppo all'interno della Nuova Camorra Organizzata (NCO) di Raffaele 'o professore Cutolo. Non si hanno sue notizie certe da più di venti anni, ma il fatto che l'annuncio mortuario del fratello, Giuseppe Scotti morto nel giugno del 2008 per una malattia, sia stata firmato anche da lui, fa ritenere da alcuni che sia ancora in attività.

Del resto nel 1995 era stata segnalata la sua presenza in Polonia, come si é venuto a sapere a causa del malaugurato fermo di un incensurato che aveva lo stesso nome di un alias che pare fosse utilizzato dallo Scotti.

A far ritenere alcuni che lo Scotti sia vittima della lupara bianca sarebbe la sua breve collaborazione con la giustizia, seguita al sua arresto nel 1984. Pare che avesse fatto alcune rivelazioni pesanti sul caso Cirillo, al che lo si sarebbe convinto, in un modo o nell'altro, ad evadere e non proseguire con le dichiarazioni imbarazzanti.

1 commento:

Joe Mentina ha detto...

non risulta arrestato.

Posta un commento